Un’estate… Mitica! | FANTATEATRO DANZA

Dalle avventure di Ulisse al volo di Icaro, dallo stratagemma di Arianna per uscire dal labirinto alla rivalità tra le dee Era, Atena, Afrodite, dal romanticismo di Eros e Psiche fino alla spedizione di Giasone e la sua ciurma di Argonauti a caccia del vello d’oro.

Tutto il fascino dei miti greci torna in scena al Teatro Duse con l’edizione 2022 di ‘Un’estate…mitica!’, la rassegna di Fantateatro diretta da Sandra Bertuzzi. Dopo la pausa di agosto, un nuovo percorso interamente dedicato alla danza: Pierino e il lupo di Prokofiev e Il lago dei cigni di Tchaikovsky.

 

UN’ESTATE… MITICA!

14, 15, 16 giugno | ULISSE, l’eroe che superò mille avventure
Tra effetti speciali e trovate sceniche, il poema omerico va in scena in un adattamento dinamico e coinvolgente, incentrato sul tema della riconquista dei valori originali e del superamento dei pericoli. Ulisse vorrebbe ritornare agli affetti familiari e alla nativa Itaca, ma il dio del mare Poseidone gli scatena contro tempeste e imprevisti di ogni tipo, costringendolo a innumerevoli peripezie. Nel corso del suo lungo viaggio, Ulisse si imbatte nei mangiatori di Loto, i Ciclopi, il dio del vento Eolo, la potente maga Circe, le temibili e seducenti sirene. Alla fine, l’eroe riuscirà a tornare ad Itaca, ma prima dovrà fare i conti con i Proci che, in sua assenza, hanno tiranneggiato sull’isola.

21, 22, 23 giugno | ICARO, il ragazzo che riuscì a volare
Icaro è il figlio del famoso architetto Dedalo, inventore del labirinto dell’isola di Creta in cui è rinchiuso il Minotauro. Per evitare che i segreti dell’edificio vengano svelati, il re di Creta, Minosse, rinchiude padre e figlio all’interno del labirinto, insieme al mostro. Per scappare, Dedalo costruisce delle ali e le fissa al corpo del figlio con della cera. Malgrado gli avvertimenti del padre di non volare troppo alto, Icaro si fa prendere dall’ebbrezza del volo e finisce per avvicinarsi troppo al sole.

28, 29, 30 giugno | ARIANNA e il suo filo
Per sfamare il Minotauro, il terribile mostro che vive in un gigantesco labirinto sull’isola di Creta, il re Minosse pretende che, ogni nove anni, gli ateniesi mandino a Creta sette fanciulli e sette fanciulle. Una sventura contro cui decide di battersi Teseo, figlio del re di Atene. Offrendosi tra le vittime, con l’intento di uccidere il mostro, Teseo parte per Creta. Giunto sull’isola, il ragazzo incontra Arianna, figlia di Minosse, e se ne innamora. La fanciulla decide così di aiutarlo dandogli un gomitolo di filo. Srotolando il gomitolo nell’avanzare, il filo permetterà al giovane eroe di ritrovare l’uscita dal labirinto e compiere l’impresa. Fulcro della storia è Arianna, figura femminile di grande forza e fascino per gli spettatori di ogni età.

5, 6, 7 luglio | ERA, ATENA, AFRODITE e il pomo della discordia
Per sottrarsi all’arduo compito di decretare chi sia la più bella tra le dee Atena, Afrodite e Era, Zeus decide di coinvolgere un giovane principe mortale: Paride, figlio del re di Troia Priamo. Fantateatro racconta questo celebre mito sulla vanità e la rivalità al femminile con una vena comica che non è solo un tratto distintivo della compagnia, ma anche una chiave di lettura della storia in grado di divertire e al tempo stesso innescare la riflessione nei piccoli spettatori.

12, 13, 14 luglio | EROS E PSICHE, la favola d’amore più bella di tutti i tempi 
‘Amore e Psiche’ è la più nota delle fiabe contenute ne ‘Le metamorfosi’ di Apuleio e narra della giovane Psiche, la più bella di tre sorelle. L’avvenenza della ragazza è tale da suscitare l’ira della più vanitosa tra le dee: Afrodite. Accecata dall’invidia, la dea della bellezza decide di e chiede al figlio Eros di aiutarla. Il suo piano è fare innamorare Psiche di un uomo di umili condizioni. Il dio dell’Amore accetta il compito assegnatogli da Afrodite ma, appena vede Psiche, ne rimane talmente affascinato da innamorarsene egli stesso perdutamente.

6, 7, 8 settembre | GIASONE E GLI ARGONAUTI alla ricerca del vello d’oro
Al centro della storia c’è la rocambolesca avventura di Giasone e della sua ciurma, gli Argonauti, che partono alla ricerca del vello d’oro a bordo della mitica nave Argo. Giasone è ancora un bambino quando il padre Esone, re di Iolco viene privato del trono da suo fratello Pelia, re dei Tessali. Divenuto adulto, Giasone si presenta dallo zio Pelia per reclamare il trono che gli spetta. Nella convinzione che avrebbe fallito e non sarebbe più tornato, lo zio gli affida una missione molto pericolosa: conquistare il vello d’oro, ovvero il manto di un ariete sacro a Zeus che si trova appeso ad una quercia e viene sorvegliato da un drago. Accompagnato da una cinquantina di eroi, i famosi Argonauti, Giasone parte al comando della nave Argo e affronta terribili pericoli per conquistare il vello d’oro.

 

FANTATEATRO DANZA

13, 14, 15 settembre | PIERINO E IL LUPO
Nuova magica versione danzata della celeberrima opera di Prokofiev. Il protagonista è Pierino che, aiutato da un uccellino, una papera e un gatto riuscirà a catturare il temibile lupo. Nell’opera, scritta da Prokofiev proprio per avvicinare i bambini alla musica classica, ogni strumento rappresenta un personaggio della storia. Così, il flauto con i suoi trilli dà voce agli svolazzamenti dell’uccellino, l’oboe interpreta l’andamento lento e goffo dell’anatra e il gatto parla tramite il timbro vellutato del clarinetto. E ancora, lo spaventoso ululato del lupo è affidato al suono di tre corni, mentre il passo saltellante di Pierino è narrato da tutta la famiglia degli archi. Infine, i cacciatori con i loro fucili, affidati al fragore dei timpani e della grancassa.

21, 22, 23 settembre | IL LAGO DEI CIGNI
Fantateatro porta sul palco uno dei più amati grandi classici del balletto, amatissimo per le musiche sentimentali e brillanti composte da Tchaikovsky. Tra favola e sogno, gli attori della compagnia daranno vita al valzer della festa al castello, alla saltellante danza dei cignetti, alla sontuosa danza della regina dei cigni, Odette, costretta a separarsi dal suo amato Sigfrido sul far del giorno per ritornare al lago e riprendere le sembianze di cigno. Non mancherà un romantico lieto fine, con i due giovani protagonisti che si dichiarano eterno amore.

martedì 14 giugno 2022 | ore 20.45

mercoledì 15 giugno 2022 | ore 20.45

giovedì 16 giugno 2022 | ore 20.45

martedì 21 giugno 2022 | ore 20.45

mercoledì 22 giugno 2022 | ore 20.45

giovedì 23 giugno 2022 | ore 20.45

martedì 28 giugno 2022 | ore 20.45

mercoledì 29 giugno 2022 | ore 20.45

giovedì 30 giugno 2022 | ore 20.45

martedì 05 luglio 2022 | ore 20.45

mercoledì 06 luglio 2022 | ore 20.45

giovedì 07 luglio 2022 | ore 20.45

martedì 12 luglio 2022 | ore 20.45

mercoledì 13 luglio 2022 | ore 20.45

giovedì 14 luglio 2022 | ore 20.45

martedì 06 settembre 2022 | ore 20.45

mercoledì 07 settembre 2022 | ore 20.45

giovedì 08 settembre 2022 | ore 20.45

martedì 13 settembre 2022 | ore 18

mercoledì 14 settembre 2022 | ore 18

giovedì 15 settembre 2022 | ore 18

mercoledì 21 settembre 2022 | ore 18

giovedì 22 settembre 2022 | ore 18

venerdì 23 settembre 2022 | ore 18

Gli spettacoli si terranno nel ridotto DUSEpiccolo per 80 spettatori | via Cartoleria, 42 Bologna

Alto Music

Fantateatro

drammaturgia e regia sandra bertuzzi

La durata è di un'ora senza intervallo

Intero
Posto unico11 euro

Le poltrone non sono assegnate

Lo spettacolo non può essere inserito nell’abbonamento DUSElibero

BIGLIETTERIA

Dal lunedì al sabato dalle ore 15 alle 19 e da un’ora prima dello spettacolo.
Dal 31 ottobre: dal martedì al sabato dalle ore 15 alle 19 e da un’ora prima dello spettacolo.